di Dr. Peter Gloor

L’amor fraterno rimanga tra di voi.  2 Non dimenticate l’ospitalità; perché alcuni praticandola, senza saperlo, hanno ospitato angeli. 3 Ricordatevi dei carcerati, come se foste in carcere con loro; e di quelli che sono maltrattati, come se anche voi lo foste!  4 Il matrimonio sia tenuto in onore da tutti e il letto coniugale non sia macchiato da infedeltà; poiché Dio giudicherà i fornicatori e gli adùlteri. 5 La vostra condotta non sia dominata dall’amore del denaro; siate contenti delle cose che avete; perché Dio stesso ha detto: «Io non ti lascerò e non ti abbandonerò».  6 Così noi possiamo dire con piena fiducia: «Il Signore è il mio aiuto; non temerò. Che cosa potrà farmi l’uomo?»  7 Ricordatevi dei vostri conduttori, i quali vi hanno annunziato la parola di Dio; e considerando quale sia stata la fine della loro vita, imitate la loro fede.  8 Gesù Cristo è lo stesso ieri, oggi e in eterno.  9 Non vi lasciate trasportare qua e là da diversi e strani insegnamenti; perché è bene che il cuore sia reso saldo dalla grazia, non da pratiche relative a vivande, dalle quali non trassero alcun beneficio quelli che le osservavano.  10 Noi abbiamo un altare al quale non hanno diritto di mangiare quelli che servono al tabernacolo.  11 Infatti i corpi degli animali il cui sangue è portato dal sommo sacerdote nel santuario quale offerta per il peccato, sono arsi fuori dell’accampamento.  12 Perciò anche Gesù, per santificare il popolo con il proprio sangue, soffrì fuori della porta della città.  13 Usciamo quindi fuori dall’accampamento e andiamo a lui portando il suo obbrobrio.  14 Perché non abbiamo quaggiù una città stabile, ma cerchiamo quella futura.  15 Per mezzo di Gesù, dunque, offriamo continuamente a Dio un sacrificio di lode: cioè, il frutto di labbra che confessano il suo nome.  16 Non dimenticate poi di esercitare la beneficenza e di mettere in comune ciò che avete; perché è di tali sacrifici che Dio si compiace.  17 Ubbidite ai vostri conduttori e sottomettetevi a loro, perché essi vegliano per la vostra vita come chi deve renderne conto, affinché facciano questo con gioia e non sospirando; perché ciò non vi sarebbe di alcuna utilità.  18 Pregate per noi; infatti siamo convinti di avere una buona coscienza, e siamo decisi a condurci onestamente in ogni cosa.  19 Ma ancor più vi esorto a farlo, affinché io vi sia restituito al più presto.  20 Or il Dio della pace che in virtù del sangue del patto eterno ha fatto risalire dai morti il grande pastore delle pecore, il nostro Signore Gesù,  21 vi renda perfetti in ogni bene, affinché facciate la sua volontà, e operi in voi ciò che è gradito davanti a lui, per mezzo di Gesù Cristo; a lui sia la gloria nei secoli dei secoli. Amen.  22 Ora, fratelli, sopportate con pazienza, vi prego, la mia parola di esortazione perché vi ho scritto brevemente.  23 Sappiate che il nostro fratello Timoteo è stato messo in libertà; con lui, se viene presto, verrò a vedervi.  24 Salutate tutti i vostri conduttori e tutti i santi. Quelli d’Italia vi salutano.  25 La grazia sia con tutti voi. (Ebrei 13)

Facciamo la differenza se ci permettiamo di essere influenzati da Dio. Se lo Spirito Santo non è solo in noi, ma ci riempie! Ciò richiede le istruzioni di Dio per le nostre vite. Ovviamente puoi anche assemblare qualcosa senza istruzioni. A volte va bene, a meno che non ci siano problemi … La Bibbia è il manuale di Dio per le nostre vite, per una vita di successo! Successo non significa senza sforzo e senza problemi. Successo significa arrivare a destinazione e non da qualche altra parte. Significa che posso sviluppare il mio potenziale, che Dio ha messo dentro di me. Simone ha già scoperto molte delle sue potenzialità scegliendo di formarsi e di lavorare nella chiesa come pastore in formazione. Questo è costato molto a lui e alla sua famiglia. Grazie che avete fatto tutto ciò per Gesù!

In Ebrei 13 troviamo la forma breve del manuale per le nostre vite. Ebrei 13 è adatto come specchio pastorale. Per controllare la propria salute spirituale! A che punto sto io? Riceviamo consulenza per la nostra vita individuale e per la nostra vita comunitaria! L’intero vangelo è contenuto in esso. Cosa vi sta scritto?

Innanzitutto!

Innanzitutto! (V1) L’amor fraterno rimanga tra di voi.

Dovremmo…
Amarci a vicenda! (V1)
Curare l’ospitalità! (V2)
Fare i conti con il mondo invisibile! (V2)
Avere compassione con i carcerati e i maltrattati! (V3)
Tenere in onore il matrimonio ed essere fedeli! (V4)
Non amare il denaro! (V5) bensì
Essere contenti con ciò che abbiamo! (V5)

Dobbiamo fare tutto questo da soli? No!
Nel mezzo di tutto questo abbiamo la promessa di Dio: (V5)
“Io non ti lascerò e non ti abbandonerò.”
WOW – che effetto ti fa sentire questo?
L’Apostolo Paolo dice cosa ciò può scatenare in noi: coraggio e sicurezza!
E noi possiamo dire: “Il Signore è il mio aiuto; non temerò. Che cosa potrà farmi l’uomo?”

Ti aiuta? Nella tua vita di tutti i giorni? Al lavoro? A scuola? Ripetitelo sempre di nuovo! Annotalo e rileggilo ancora e ancora! Fa tua questa attitudine e la tua vita cambierà!

Ricordate i vostri esempi

Paolo ha ancora qualche consiglio da darci:

Dovremmo ricordarci dei nostri esempi spirituali! (V7)
Degli esempi umani e DELL’esempio divino per eccellenza – GESÙ!
Dovremmo sempre ricordarLo. Egli è l’ancora per la nostra fede: nel cambiamento, strada facendo nella nostra vita e nel cammino attraverso questo mondo e attraverso questa vita – limitata e temporanea! (V8)
Gesù Cristo è sempre lo stesso: ieri, oggi e in eterno. Rimane lo stesso, in tutte le fasi della tua vita! Ce qualcuno che sta sempre al di sopra di tutto. Che non è vincolato dai nostri limiti temporali e spaziali.
Lui conosce tutta la storia della tua vita. Lui sa tutto, quindi puoi venire da lui con tutto. In qualsiasi momento – Lui ha sempre tempo per te! Lui è sempre lo stesso. Questo dà sicurezza! La pace prende vita perché uno sta sopra ogni altra cosa! La sicurezza, come un bambino la trova presso i suoi genitori.

Prestare attenzione al giusto insegnamento! (V9) Non siate confusi, non lasciatevi intrappolare, non lasciatevi imporre alcun giogo. Questo riguarda l’uomo interiore, la tua anima! Riguarda il tuo cuore! Proverbi 4,23! “Custodisci il tuo cuore più di ogni altra cosa, poiché da esso provengono le sorgenti della vita.” L’uomo interiore dovrebbe diventare forte. I comandamenti e le leggi esteriori non sono essenziali, bensì che ci affidiamo interamente alla grazia di Dio!

Seguite Gesù radicalmente

Seguire Gesù con tutte le conseguenze (V13) – radicalmente! Non importa cosa la gente pensa di te. Gesù ha detto ai suoi discepoli che sarebbero stati trattati allo stesso modo di lui. I cristiani soffrono anche oggi. Vengono uccisi e perseguitati più cristiani oggi che nell’antichità. “Un elemento unificante dei cristiani di tutto il mondo è il ‘martirio comune per Cristo’. I cristiani non sono ‘perseguitati e uccisi perché sono cattolici, anglicani, pentecostali, evangelici liberi o riformati, ma perché sono cristiani, agli occhi del mondo siamo uno…” e ciò può avere conseguenze in alcuni paesi (Cantalamessa).

Per noi, che non siamo perseguitati, significa anche che dovremmo usare la nostra libertà. Con la vostra comunità state usando la libertà! L’Arca è una proclamazione al mondo visibile e invisibile: Gesù è il Signore!

Lodare e adorare Gesù continuamente (V15) – lode e adorazione fanno parte e sono sempre tati parte di un cristianesimo vivente. Diverso, vario ma sempre orientato verso Gesù! Riguarda LUI!

Fare del bene e aiutarsi gli uni gli altri! (V16) Non dimenticatevi di fare del bene e di aiutarvi a vicenda!
Seguire Gesù, lodare, fare del bene, aiutare, sono tutti sacrifici graditi al Signore. (V16)
Apprezzare il Consiglio di Chiesa! V (17)
E: Pregare – gli per gli altri e anche per altri! (V18)

Siamo solo in transito

E non dobbiamo dimenticare che siamo solo in transito, di passaggio verso la destinazione:
Di passaggio significa – continua! Non siamo ancora giunti a destinazione! I cristiani sono persone di strada, noi siamo in cammino! In movimento – un movimento!
Perché qui sulla terra non c’è un posto che sarebbe davvero la nostra casa e dove potremmo rimanere per sempre. Tutto il nostro desiderio è rivolto alla città futura verso la quale stiamo viaggiando (Ebrei 13:14).

Non importa quanto è bello – abbiamo un obiettivo che vogliamo raggiungere. Edifici, organizzazioni, persone che ci guidano, che viaggiano con noi: amici, dirigenti ecclesiastici, pastori, direttori, responsabili nazionali, sono tutti lì per un tempo limitato. A volte c’è semplicemente un cambiamento, un nuovo lavoro, una nuova chiamata, il pensionamento e qualche volta qualcuno viene portato via e inizia l’ultimo viaggio, il desiderio per la città futura si avvererà… Non vogliamo dimenticarlo in questo giorno di festa. È tutto temporale ed effimero, ogni evento, ogni culto, persino questo edificio. Ciò che vediamo oggi sarà di gran lunga superato nella bellezza e nella gloria di ciò che viene. È “solo” un riflesso, anche se è già abbastanza vicina… La “Gerusalemme celeste, la città di Dio”, il paradiso, supererà tutto ciò che conosciamo.

Fino ad allora – usate la libertà! Simone impegnati senza timore per Gesù! Comunità di Locarno, non permettete a nessuno o niente di impedirvi di conquistare persone per Gesù! Siate coraggiosi, perché Dio è con voi!

A LUI al Dio trino, Padre, Figlio e Spirito Santo appartiene l’onore e l’adorazione! Ora e per sempre!

Amen!

Follow us: